Ipertrofia Ventricolare Sinistra – Cause, Sintomi, Cure

Figura: sezione trasversale di un cuore affetto da ipertrofia ventricolare sinistra. Da wikipedia.org

L’ipertrofia ventricolare sinistra è un’anomalia del cuore, caratterizzata da un ingrossamento delle pareti muscolari che costituiscono il ventricolo sinistro.

L’ipertrofia ventricolare sinistra è una condizione che si instaura in modo graduale.
Nei suoi stadi iniziali, infatti, è spesso asintomatica (cioè priva di sintomi e segni evidenti). Poi, man mano che il miocardio s’ingrossa ulteriormente, comincia a provocare i primi problemi.
Le classiche espressioni di ipertrofia ventricolare sinistra sono:

In realtà, perdere peso, adottare una dieta iposodica, evitare i cibi grassi, bere quantità moderate di alcol (o non berne affatto) e praticare regolarmente attività fisica sono valide raccomandazioni non solo quando la causa di ipertrofia ventricolare sinistra è l’ipertensione, ma anche quando le cause sono altre.

Se anche dopo un piccolo sforzo si avvertono strani dolori al petto o fiato corto, oppure se si è soggetti frequentemente a palpitazioni, è bene contattare subito il proprio medico per degli accertamenti.
Inoltre, chiunque conduca uno stile di vita che predispone all’ipertensione (fumo, dieta sbagliata, predisposizione genetica a tale disturbo ecc.) è tenuto a sottoporsi periodicamente a un controllo cardiaco precauzionale.

Il miocardio è il muscolo del cuore.
Alternando una fase di contrazione a una di rilassamento, le fibre muscolari che lo compongono consentono al cuore di pompare il sangue verso i polmoni e verso il resto del corpo.
Il miocardio possiede la capacità straordinaria di generare da sé gli impulsi per la propria contrazione, grazie al nodo seno atriale.

L’ecocardiogramma è un esame ecografico che mostra, nel dettaglio, l’anatomia del cuore e le eventuali anomalie di quest’ultimo. Permette, infatti, di identificare i difetti interatriali e interventricolari, i difetti valvolari, le malformazioni del miocardio (comprese le dilatazioni delle cavità cardiache e gli ispessimenti delle pareti) e le difficoltà di pompaggio del cuore.
L’ecocardiogramma è un esame semplice e non invasivo.

Prima di descrivere l’ipertrofia ventricolare sinistra, è utile ripercorrere alcune caratteristiche fondamentali del cuore.
Con l’aiuto dell’immagine, si ricorda ai lettori che:

L’ipertrofia ventricolare sinistra è più diffusa tra i soggetti affetti da ipertensione, le persone in sovrappeso od obese e tra coloro che hanno particolari difetti alle valvole cardiache.

Poiché la patologia si instaura con un processo che generalmente procede in maniera estremamente lenta, inizialmente la sintomatologia è quasi del tutto assente. Solo quando la patologia è ormai conclamata possono aversi:

1. Corretto stile di vita. Controllo del sovrappeso con dieta adeguata, niente fumo ed alcool, moto.

Il trattamento dell’ipertrofia ventricolare sinistra è funzione della causa che lo ha procurato. E di conseguenza se la causa è una malattia antecedente questa va curata. Generalmente la causa più comune è l’ipertensione che va trattata quanto più precocemente è possibile. Si prescrive:

  • Ipertrofia concentrica. L’aumento dello sforzo di contrazione del ventricolo sinistro porta ad uno inspessimento della sua tonaca muscolare ed ad una contemporanea riduzione del diametro della sua cavità. Il risultato è una complessiva riduzione della sua capacità di distendersi in seguito ad una contrazione ed una conseguente riduzione della gittata sanguigna. Questo tipo di ipertrofia è di norma conseguente ad un perdurante e prolungato aumento della pressione arteriosa.
  • Ipertrofia eccentrica. Si sviluppa se l’ inspessimento delle pareti del ventricolo sinistro è accompagnato da un contemporaneo aumento del diametro della sua cavità e quindi il rapporto spessore raggio si mantiene costante. E’ di norma tipica degli atleti che praticano discipline di endurance come la maratona o delle persone obese.
  • ipertrofia asimmetrica. E’ caratterizzata da una asimmetria della cavità ventricolare che si instaura per cause che non sono ancora note.

Nel caso di stenosi della valvola aortica può rendersi necessario un intervento chirurgico correttivo dell’anomalia.

Si usa classificare l’ipertrofia ventricolare sinistra in funzione della sua morfologia in:

2. Farmaci antipressori che generalmente controllano anche il normale ritmo cardiaco.

L?ipertrofia ventricolare sinistra è un aumento della massa muscolare del ventricolo sinistro. Quali sono i sintomi? Vediamo come trattare la patologia in base alle cause che la determinano.

Ipertrofia ventricolare sinistra i sintomi.

Per i sintomi di questo disturbo è caratterizzato da eterogeneità delle manifestazioni. In alcuni casi, i pazienti nel corso degli anni può anche non rendersi conto che essi hanno lasciato ipertrofia ventricolare, ma non esclude la possibilità che era l’inizio per il paziente è letteralmente insopportabile dato il cattivo stato di salute.

Il trattamento di ipertrofia è l’uso di verapamil in associazione con i beta-bloccanti, che sono dovuti alla riduzione dei sintomi provocati dal sistema cardiovascolare. Oltre alla terapia farmacologica prevede dieta, nonché il rigetto delle abitudini cattive esistenti.

  • cardiopatie congenite;
  • edema polmonare;
  • aterosclerosi;
  • infarto miocardico;
  • glomerulonefrite acuta;

Pericolo diventa tagliente e, allo stesso tempo, di carico intensiva che riceve il miocardio nell’uomo, il cui prevalentemente sedentario stile di vita, così come le persone che fumano e bevono alcol ogni giorno. E se l’ipertrofia ventricolare sinistra non è fatale, non rendono sicuro per il paziente, a causa della sua causa può venire un ictus o infarto del miocardio, spesso comportare gravi conseguenze per l’organismo. La natura della malattia può essere congenito (ereditario) o acquisita.

Non è escluso e la possibilità di intervento chirurgico, che è di rimuovere la porzione del muscolo cardiaco sottoposto all’ipertrofia. È interessante notare che lo sviluppo di ipertrofia ventricolare viene spesso celebrata per più di un decennio.

Sorprendentemente, l’ipertrofia ventricolare sinistra si trova spesso tra i giovani, spesso da sola non è nemmeno una malattia, come viene diagnosticata, e, che rappresentano solo uno dei possibili sintomi di qualsiasi tipo di malattia cardiaca.

L’attività fisica deve essere moderato.

Come indicato dalla mortalità statistiche LVH è di circa 4%. Considerate le caratteristiche della malattia.

Riassumendo si può notare che sinistra funge ipertrofia ventricolare come una segnalazione indicante una complicazione delle condizioni in cui è attualmente il miocardio. Cioè, è in qualche modo un messaggio di avviso che indica la necessità di stabilizzazione della pressione sanguigna, nonché corretta ripartizione del carico.